Contenuto Principale

.

SPECIALE ELEZIONI 2018


































Arena con le candidate della Lega




















Tajani: “Giovanni Arena merita di essere il sindaco di Viterbo!”

(clikka sulla foto per vedere il video)























Arena: “Forza ragazzi! La vittoria è alla nostra portata!”

(clikka sulla foto per vedere il video)



















Tajani: “Giovanni Arena merita di essere il sindaco di Viterbo!”

(clikka sulla foto per vedere il video)



















Viterbo inaugurazione sede Forza Italia. Arena, Tajani, Marini e Bacocco

(clikka sulla foto per vedere il video)

















Luisa Ciambella candidata sindaco al Comune di Viterbo e la lista che la sostiene Orizzonte comune

(clikka sulla foto per vedere il video)



















Giovanni Arena candidato sindaco di Viterbo

(clikka sulla foto per vedere il video)





















Francesco Serra candidato sindaco di Viterbo

(clikka sulla foto per vedere il video)


























Avvocato Silvia Corbellini, candidata per la Lega con Arena sindaco

(clikka sulla foto per vedere il video)




















----------------------------


Conferenza del criminologo Marco Strano:
"Alla radice della violenza di specie"
analisi, prevenzione e contrasto dei crimini ai danni degli animali





















Sabato 21 aprile 2018 il criminologo Marco Strano, presidente del C.S.L.S.G. (Centro Studi per la Legalità la Sicurezza e la Giustizia), ha tenuto una interessante conferenza dal tema "Alla radice della violenza di specie".

Alla radice della violenza della specie umana nei confronti delle altre specie del pianeta c'è la prepotenza e la prevaricazione.

Il maltrattamento nei confronti degli animali rappresenta, inoltre, spesso il seme della violenza anche nei confronti degli stessi esseri umani.

La conferenza del dr. Strano, ha voluto proporre un innovativo progetto per realizzare nuove e più efficaci strategie di contrasto ai crimini nei confronti degli animali.

Ha introdotto i lavori il senatore Umberto Fusco.

Marco Strano, Psicologo e Criminologo è considerato uno dei maggiori esperti del mondo di Psicologia investigativa e criminal profiling.

Ha cominciato la sua attività professionale di investigatore nel 1980 come Ufficiale dei Carabinieri (Divisione Unità Speciali), comandando un nucleo speciale di sicurezza, investigazione e vigilanza presso un Supercarcere in Calabria ma partecipando anche a numerose operazioni di contrasto alla criminalità organizzata.

Poi, dopo alcuni anni, è transitato nei Servizi di Intelligence e Sicurezza della Presidenza del Consiglio dove ha operato per 7 anni nel Nucleo Operativo Speciale dell’Ufficio dell’Alto Commissario Antimafia di Palermo occupandosi di operazioni di intelligence tattica, e poi al suo scioglimento, nel 1991, per altri 10 anni come Agente Operativo in Italia e all’estero in una speciale unità di contrasto del SISDE alla criminalità organizzata, maturando una grande esperienza sul campo nell’attività operativa “di strada” in aree urbane e in aree di campagna.

Parallelamente all’attività operativa istituzionale, Marco Strano ha approfondito studi di Sociologia dell’Organizzazione, di Psicologia e di Criminologia effettuando alcune pubblicazioni scientifiche pionieristiche.

Nel 2001 è transitato a domanda nella Polizia di Stato (come Direttore Tecnico Psicologo) dove ha svolto un periodo di quattro anni nella Polizia delle Comunicazioni come Dirigente dell’U.A.C.I. (Unità di Analisi dei Crimini Informatici) occupandosi di attività investigativa e di analisi psico-criminologica nel contrasto al cybercrime (con particolare interesse verso la lotta alle organizzazioni di pedofili) e contemporaneamente fornendo assistenza psicologica specialistica al personale esposto per ragioni investigative alla visione di materiale pedopornografico.

Dal 2005 presta servizio come Direttore Tecnico Capo (Psicologo) – l’equilavente militare di Tenente Colonnello, presso il comparto sanitario della Polizia di Stato, con compiti di Psicologia applicata all’investigazione (Tecniche psicologiche di interrogatorio, autopsia psicologica e profiling) e in generale all’attività di polizia.

Ricopre inoltre la carica di Dirigente Nazionale di un Sindacato di Polizia nel cui ambito sta svolgendo studi sulla Psicologia degli operatori di polizia in situazioni di combattimento a fuoco concorrendo alla formazione specialistica anche di altre forze armate.

È il Presidente del Centro Studi per la Legalità la Sicurezza e la Giustizia (www.criminologia.org) che assiste gratuitamente vittime di stalking e di altri reati ad alto impatto psicologico ed è il Direttore Scientifico della prestigiosa Associazione internazionale di criminologi ed esperti forensi I.F.C.T. (International Forensics Consulting Team) di Bellinzona – Suisse.

In passato ha collaborato con l’Unità di Scienze comportamentali (Behavioral Science Unit) dell’Accademia FBI di Quantico per un progetto di ricerca sull’intuitive policing (intuizione nell’attività di polizia) con il patrocinio dell’American Psychological Association.

E’ autore di numerosi libri su tematiche criminologico-investigative: Evoluzione Mafiosa e tecnologie criminali (edizioni Giuffrè, 1995); Nuove frontiere della criminalità (edizioni Giuffré, 1997); Computer crime (edizioni Apogeo, 2000); Cyberterrorismo (edizioni Yackson, 1999); Manuale di Criminologia Clinica (edizioni Marcello Rossini, 2000); Sicurezza e Privacy in azienda, (edizioni Apogeo, 2002); Manuale di Criminologia (edizioni SEE, 2003); Chi è unabomber, (edizioni Aliberti 2007) e di più di 100 articoli scientifici in materie psicologiche e criminologiche.



----------------------------



SCANDALO AL TRIBUNALE DI VITERBO


GIUDICE LUCCHESI USA LA VIOLENZA APPROFITTANDO DELLA SUA POSIZIONE E DELLA MIA CONDIZIONE DI MALATA ONCOLOGICA TERMINALE SOTTO GLI EFFETTI DI UNA CHEMIO DEVASTANTE, PER NON FAR PARLARE IL MIO TESTIMONE E NON FA PARLARE ME IMPUTATO PER FAVORIRE I MELACRINIS


Dalle 15 alle 19 ero in redazione con il collega Galeotti, mio testimone, con pubblicazione su GOOGLE documentale a quell'ora, ma il giudice LUCCHESI non permette con la violenza al mio avvocato di potergli fare la domanda e manda via il mio testimone! Mi condanna per un fatto riferito solo dalla MELACRINIS E SUO MARITO dicendo che sia avvenuto alle 15.30 e senza alcun referto di pronto soccorso! COME POSSO FARE A DIFENDERMI? I presenti in aula possono testimoniare l'accaduto! Il GIUDICE LUCHESI ha usato violenza approfittando della sua posizione invece di appurare la verità ASCOLTANDO IL TESTIMONE E L'IMPUTATO CHE AVEVA CHIESTO DICHIARAZIONI SPONTANEE, MA APPENA PRESO LA PAROLA, IL GIUDICE HA DETTO CHE MI STAVO DILINGANDO E MI HA INTERROTTO, DETTANDO LEI STESSA AL CANCELLIERE CIO' CHE SECONDO LEI AVREI DOVUTO DIRE, DAVANTI AI TESTIMONI IN AULA CHE SARANNO CHIAMATI DAVANTI AD ALTRO TRIBUNALE PER GARANTIRE QUANTO DA ME AFFERMATO!


--------------------------

COMINCIO LO SCIOPERO DELLA FAME E MI LASCIO MORIRE IN ATTESA CHE LA CANCELLERIA DEL GIUDICE AUTIZI, DOPO OLTRE UN ANNO, fingendo di non aver ricevuto gli atti, tiene congelato l'APPELLO PER FAVORIRE i MELACRINIS, permettendogli di farmi pignorare casa senza darmi la possibilità di chiederne la sospensione con l'APPELLO, che non fanno partire da Viterbo gestendo la Giustizia come fosse cosa loro. Il giorno dopo questa dichiarazione l'Appello è finalmente partito da Viterbo.

--------------------------

OGGI MI È ARRIVATO UN RINVIO A GIUDIZIO IN QUALITÀ DI DIRETTORE RESPONSABILE DEL GIORNALE VITERBOTV.it.  NUOVO PROCESSO MELACRINIS. MA COME, NON MI AVEVANO SEQUESTRATO GLI ARTICOLI PERCHÉ IO NON SAREI GIORNALISTA (iscritta all'Ordine dei giornalisti dal 2001) E VITERBOTV NON SAREBBE UN GIORNALE (iscritto nello stesso Tribunale registro stampa N. 01/08) 
I GIUDICI VITERBESI IMBROGLIANO E FALSIFICANO LA VERITA' (giornale iscritto nello stesso Tribunale) E RIGIRANO LA FRITTATA A SECONDA DI COME GLI FA COMODO PER FAVORIRE I MELACRINIS. Per lo stesso giudice Autizi, una volta sono giornalista, una volta no, una volta il mio sarebbe un giornale regolarmente iscritto, una volta invece no, a seconda di come fa comodo per favorire i Melacrinis.



--------------------























-----------------------

Viterbo 13 luglio 2017. Convenzione quadro, tra il Tribunale di Viterbo e l'Università della Tuscia, per l'attivazione tirocini di formazione e orientamento, per agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del mondo del lavoro e realizzare momenti d'alternanza tra studio e lavoro nell'ambito dei processi formativi.
Intervengono: il rettore dell'Università della Tuscia: Alessandro Ruggieri; la presidente del Tribunale di Viterbo, Maria Rosaria Covelli e il giudice Mauro Ianigro.
Ripresa con iPhone6 di Mauro Galeotti per il quotidiano www.lacitta.eu













GRAVISSIMO ABUSO DEI GIUDICI CIALONI, MATTEI E AUTIZI solo PER ACCONTENTARE GLI AVVOCATI MELACRINIS

Oscurano e sequestrano articoli del mio giornale, perché racconto la verità sul caso Melacrinis. Unica scusa che hanno, non sarebbe la prova che ciò che scrivo non corrisponda a verità, (e ciò non darebbe comunque diritto al sequestro), ma che il mio giornale non sarebbe iscritto al ROC. Viterbotv.it non ha obbligo di iscrizione poiché la testata non supera i 100.000 euro annui di ricavo, (e neanche 1 euro), non ha sovvenzioni pubbliche e non ne ha fatto richiesta.

AGCOM:


I soggetti tenuti all'iscrizione al Registro (ai sensi dell'art. 2 della delibera 666/08/CONS)

  • Con riferimento ai periodici on line, si evidenzia che, alla luce di quanto disposto dall'art. 3-bis, comma 1, del d.lgs. 63/2012 come convertito dalla sopra indicata legge n. 103/2012, sono obbligati all'iscrizione al Registro esclusivamente le imprese che editano testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse per via telematica che:
  1. conseguano ricavi annui da attività editoriale superiori o pari a 100.000 euro (ricavi derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità, sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati) ovvero
  2. abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche.




-------------------

IL MIO LAVORO TERMINA QUI


clikka sulla foto per l'articolo




















----------------------


Festa del santissimo Salvatore, il programma dei festeggiamenti 2017

clikka sulla foto per vedere il video:















------------------------

Reportage di Viterbotv.it ad Amatrice con Francesca Nardi e Claudia Mozzetti dell'Associazione Donne di Amatrice e dintorni

Clikka sulla foto per vedere il video:






















-------------------------

Articolo 21 -
Il giudice Autizi dovrebbe imparare dal giudice Mattei

(clikka sulla foto per leggere l'articolo del collega Marco Fumarola)
























------------------------


Tutti gli articoli sul profilo fb Patrizia Patty Coppa (viterbotv.it)

Continuate a raccontarmi le vostre esperienze di ingiustizia, sarò la vostra cassa di risonanza. Non credo che riusciranno a tapparmi la bocca ancora con abusi, prepotenze, sparizioni di prove dai fascicoli, frasi tagliate ad arte ecc. Chiedo AIUTO ai GIUDICI che non mi abbandonino perché mi rivolgo a loro per avere Giustizia per me ma soprattutto per tutti voi.


QUERELE TEMERARIE = strumento di intimidazione nei confronti delle giornaliste e dei giornalisti che cercano di svolgere al meglio il proprio lavoro di informare correttamente i cittadini su quello che succede intorno a loro


COME DIFENDERSI NEI CASI DI PATROCINIO O CONSULENZA INFEDELE


.


Satura quidem
tota nostra est


La nuova rubrica di viterbotv

La Sa
Tira Tira

RACCOLTA - SATIRA
(clikka per vedere l'archivio degli articoli precedenti)

L'avvocato Remigio Sicilia si è attaccato al ROC

Dopo averci provato con la giornalista Patrizia Coppa, senza andare a segno, stavolta si è dovuto attaccare al ROC. E' accaduto che Sicilia difensore dei Melacrinis, aveva chiesto ed ottenuto il sequestro di alcuni articoli su viterbotv che riguardavano le vicende degli avvocati Melacrinis. Il difensore della Coppa aveva chiesto il dissequestro in base ad una sentenza di Cassazione (n 31022 del 29/01/15) che sancisce inequivocabilmente l'impossibilità di sequestrare gli articoli di un giornale, ma il giudice lo aveva rigettato, così il legale della Coppa era ricorso in Appello al Riesame. Sicilia, dichiarando che viterbotv non sarebbe una testata giornalstica, oltre che offendere l'immagine della giornalista Coppa, iscritta all'Ordine dei giornalisti dal 2001 e responsabile di una testata giornalistica regolarmente registrata al Tribunale di Viterbo, n. 01/08, ha chiesto la conferma del sequestro, ma non perché abbia potuto in alcun modo dimostrare la diffamazione degli articoli, cosa che andrebbe in ogni caso stabilita con una sentenza e non autorizzerebbe il sequestro, ma si è attaccato al Roc, ossia ha ritenuto che la Coppa non fosse giornalista e che la sua testata non fosse un giornale a tutti gli effetti ma un semplice blog, poiché, dice lui, non c'è editore e non ci sarebbe l'iscrizione al Roc.  Ebbene, dalla regolare registrazione in Tribunale risulta che l'editore sia proprio la Coppa, e l'iscrizione al Roc (art.3-bis comma 1 del d. lgs. 63/2012 convertito dalla Legge 103/2012) non è obbligatoria per giornale che non superino i 100.000 euro di ricavo e non abbiano fatto domanda per ottenere agevolazioni e contributi statali e che non abbiano una regolare periodicità, come per l'appunto risulta essere per viterbotv. un altro grosso buco nell'acqua per le temerarie querele dei Melacrinis difesi da Sicilia contro un giornalista che svolge il proprio lavoro, al solo scopo di metterle un bavaglio per non far uscire la verità sul caso Melacrinis.


-----------------------------

Il frullo della toga - Laura Leo presenta la docu-fiction "Donna da Tribunale"





Clikka per vedere il video


--------------------------


LA SATIRA E' UN DIRITTO SOGGETTIVO TUTELATO DALL'ART. 21 DELLA COSTITUZIONE

Ha la funzione di esercitare, con l'ironia e il sarcasmo, un controllo nei confronti dei poteri di qualunque natura (Cassazione Sezione Terza Civile n. 23314 dell'8 novembre 2007, Pres. Nicastro, Rel. Durante).

------------------------

SPECIALE CASO MELACRINIS:


Avv Melacrinis: denunciata per appropriazione indebita


Non leggono la mia denuncia, l'archiviano e poi mi condannano senza prove. Prima puntata

Il pm non legge le memorie difensive, né ascolta l'arringa della difesa, ma formula l'accusa chiedendo il massimo possibile - Seconda puntata

Si ascolta solo un testimone dell'accusa (marito della querelante) come all'Inquisizione - Terza puntata



L'avvocato fa l'istanza per il gratuito patrocinio del cliente e poi gli presenta la parcella

Rinvio a giudizio azzardato, il giudice lo nota in sentenza assolve l'imputato e denuncia

La "realtà" del pm D'Arma smentita dal giudice in sentenza



Le mie Memorie difensive saranno svantaggiose per altri. Perché non presentarle?

... e poi dicono che non metto gli avvocati in condizione di difendermi!

L'avv Delfino spiega di non essere iscritta alle liste del gratuito patrocinio

L'avv Delfino dichiara di presentarsi in udienza ma vuole essere pagata, poi presenterà rinuncia

Accade al Tribunale di Viterbo

Ordine avvocati Viterbo: battutine provocanti su facebook del presidente Luigi Sini

COME DIFENDERSI NEI CASI DI PATROCINIO O CONSULENZA INFEDELE

Arriva al Tribunale di Viterbo l'avvocato Serena Gasperini

L'avvocato Serena A. Gasperini da Roma a Viterbo per difendere la giornalista Patrizia Coppa

L'avvocato Sicilia ci prova con la giornalista Patrizia Coppa, ma non va a segno

SCIOPERO DELLA FAME IN ATTESA DI COPIE DAL TRIBUNALE

La Casta mette un bel bavaglio alla stampa

________________________________



L'avvocato d'ufficio

Dal Film "Un giorno in Pretura" (1953)



privacy newsletter PDF Stampa E-mail
Martedì 11 Luglio 2017 11:53
​Ai sensi dell'art. 13 del nuovo codice sulla privacy (Dlgs 196 del 30 giugno2003), le newsletter possono essere inviate solo con il consenso del destinatario. La informiamo che il suo indirizzo si trova nel nostro database e che fino ad oggi Le abbiamo inviato informazioni riguardanti le nostre iniziative mediante il seguente indirizzo e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. . Sperando che le nostre comunicazioni siano per Lei interessanti, Le assicuriamo che i Suoi dati, pur non riguardando dati sensibili e/o giudiziari, saranno comunque trattati con estrema riservatezza e non saranno divulgati. Le informative non hanno carattere periodico e sono comunicate individualmente ai singoli interessati anche se trattate con l'ausilio di spedizioni collettive. In ogni momento sarà possibile chiedere di essere rimossi dall'elenco dei destinatari come indicato di seguito. Una non risposta, invece, varrà come consenso alla spedizione dei nostri inviti. Nel ringraziarla per l'attenzione, porgiamo distinti saluti.privacy newsletter